Pensare Oggi Per Scrivere Il Domani

Oslo: la città ecosostenibile

Attualità
Reading Time: 2 minutes

Oslo: la città ecosostenibile

Oggi vi racconterò di Oslo, la città più all’avanguardia d’Europa e ciò comparta esserne anche una delle più al mondo. Con i suoi quasi 700mila abitanti è la capitale della Norvegia. Che cosa la rende speciale? Essere green.

Il suo centro, solo per ora, è diventato al 95% green. Gli autobus sono per la maggior parte elettrici, non possono circolare macchine, ma solo biciclette, monopattini elettrici o qualsiasi cosa che non produca CO2; c’è chi, pensate, è tornato ad andare a piedi!

Le strade sono state completamente rivoluzionate; sono stati fatti lavori per ampliare i marciapiedi e la strada, utilizzata precedentemente dalle macchine per circolare, è diventata pista ciclabile per bici e per tutti i mezzi elettrici possibili. Gli ex parcheggi che fine hanno fatto? Sono diventati parcheggi per biciclette o posti dove affittare dueruote comunali. È stato aumentato lo spazio verde, ma non finisce qui, il comune ha deciso di aumentare spazi comuni dove sedersi comodamente, tradotto? Panchine confortevoli.

Gli uffici si sono già attrezzati sostituendo i parcheggi sotterranei per le macchine con posti per bicicli o cosa del genere.

Per arrivare ad avere un centro al 100% green devono, ed è in programma fare ciò in poco tempo, avere tutti i taxi e gli autobus elettrici.

Non so se a tutti è chiaro che questo progetto è stato fatto in Norvegia, nord Europa dove la temperatura non è sicuramente come quella né di Milano né di Roma né tantomeno di una Catania o di qualsiasi città del sud. È forse il caso di farsi una domanda e di agire di conseguenza.

È raro che la novità venga presa bene e come da regola all’inizio ci sono state molte critiche, ma poi i cittadini hanno preso a cuore l’impegno e vedendo essere i vantaggi molto più che gli svantaggi sia per la propria salute che per la propria vita quotidiana hanno accettato la sfida e il successo è alle porte. Prossimo obbiettivo? Diventare una città completamente ecosostenibile e perché no, magari rendere così anche la Norvegia. Cosa li spinge ad andare avanti? La frase: “Non esiste un pianeta B”.

Dall’esempio di questa città partiranno le nostre proposte per l’Italia che dovrebbe e potrebbe fare molto di più sul piano ecosostenibilità in città e non solo

Tommaso

Ama la sua città e la considera la più bella al mondo. Romano e romanista, appassionato di politica e fondatore del progetto InCrescita. Europeista e pieno di energia per le battaglie in cui crede per il bene dell'Italia, dell'Europa e del mondo. Qualcuno lo definisce anche idealista.

Tutti i diritti riservati a https://www.increscita.net/sito/