Pensare Oggi Per Scrivere Il Domani

Le immagini di Washington sono qualcosa di schifoso…

Attualità Stazione governo
Reading Time: 2 minutes

Oggi vi avrei dovuto parlare del Governo, di Conte, di Renzi dei vaccini e di Gallera, ma i fatti di ieri sera a Washington hanno cambiato completamente programma. Ieri si è tenuta la manifestazione pro Trump con decide di migliaia di persone ad assistere al discorso del 45esimo Presidente degli Stati Uniti il quale più volte ha ripetuto le fake news di essere vittima di un broglio elettorale, di essere al centro di un complotto mondiale che non lo vuole più alla Presidenza degli States, di avere assistito alle elezioni più truccate della storia Americana ecc: alche un folto gruppo della folla si è riversato contro la polizia che difendeva Capitol hill e dopo avere sfondato gli agenti antisommossa sono entrati al parlamento dove si svolgeva la seduta per confermare Biden come successore di “The Donald”. I Parlamentari sono dovuti scappare scortati dalle forze dell’ordine e a quel punto i manifestanti ne hanno approfittato per vandalizzare il palazzo. Biden indice nel giro di poco tempo una conferenza stampa nella quale chiede ai devastatori di finire con quello spettacolo indegno ed esorta Trump a fare lo stesso. La risposta del Presidente in carica si fa aspettare diverse ore e poi tramite un tweet prima e un video postato sui social poi che però sono quantomeno ambigui chiede ai contestatori di finire quello scempio, ma non per un rispetto della democrazia e delle istituzioni ma perché non si deve mettere a repentaglio la vita dei poliziotti. Inoltre, nello stesso videomessaggio il leader repubblicano rivendica una vittoria che secondo lui ci sarebbe stata se non fosse stato per l’inganno sopracitato. L’attacco di ieri sera non è stato “solo” contro la democrazia la libertà e le istituzioni americane, ma contro la libertà e la democrazia mondiale. Purtroppo, ci sono delle notizie ancora peggiori ovvero a causa degli scontri vi sono stati quattro morti e decine di feriti. La cosa che mi fa ancora più paura è che ad evitare che l’orgia (non mi viene termine più consono per cui mi perdonerete) non è stata fermata per mancanza di forze dell’ordine quindi non vi erano poliziotti a difendere il tempio della democrazia.

Fabrizio Battaglia

Fabrizio Battaglia ho 17 anni, sono romano e faccio il quarto anno del liceo delle scienze umane economico-sociale, appassionato di automobilismo e tifoso della Ferrari

Tutti i diritti riservati a https://www.increscita.net/sito/