Pensare Oggi Per Scrivere Il Domani

La pillola della Domenica

Attualità
La pillola della domenica
Reading Time: 2 minutes

Ho passato l’ultima settimana a leggere editoriali di autorevoli giornalisti che analizzavano il post voto delle elezioni regionali in Emilia-Romagna e li ho percepiti tutti molto contenti, felici e pieni di gioia del fatto che avesse vinto il buon governo contro i barbari, la Stalingrado d’Italia, Salvini fermato con un muro di contenuti e di valori e così via. Sia chiaro, in questo circo dove la spettacolarizzazione regna sovrana io non mi ci voglio unire. È vero che Salvini ha perso in Emilia-Romagna ma continua a vincere nel resto d’Italia. Dunque non posso che condividere la giusta riflessione di Massimo Cacciari che ha definito questo evento politico “un naufragio evitato” e giustamente “ora bisogna che la Sinistra trovi un porto sicuro” ed è per questo che non vedo il motivo per festeggiare. Motivo invece di pura rabbia è l’intollerabile idea di aver escluso la Calabria, totalmente, dal dibattito politico. I giorni prima e dopo le elezioni, la Calabria non esisteva in nessun editoriale. E su tale atteggiamento non c’è storia economica e politica che tenga, in quanto questo atteggiamento è sintomo del fatto che la questione meridionale non è affatto acqua passata. Anzi, il meridione continua ad essere fuori da qualsiasi attenzione e preoccupazione. Si continua, imperterriti, nel semplificare le narrazioni sociali che in questo caso vedono una forte spaccatura culturale nel nostro Paese. Ed è altrettanto intollerabile che in questo Paese mai nessuna forza politica perde ma tutte vincono. Ognuno ha una ragione per dire che ha vinto. E questo a cosa porta? Alla continua spettacolarizzazione della vita politica. Al continuo tifo stile stadio, alla convinzione che le proprie idee siano più forti e giuste di quelle degli altri, alla mancanza di capacità di analizzare e di essere consapevoli di un territorio. Il voto è andato, tutti hanno esultato ma culturalmente l’Italia resta sempre la stessa.

Tutti i diritti riservati a https://www.increscita.net/sito/