Pensare Oggi Per Scrivere Il Domani

La pillola della Domenica

Attualità
La pillola della domenica
Reading Time: 2 minutes

Venerdì sera Elon Musk ha twittato “Il panico per il coronavirus è stupido” e seguendo questo approccio, momentaneo, vorrei che la pillola di questa Domenica 8 Marzo fosse indirizzata alla riflessione. Per chi mi legge ogni settimana sa benissimo quanto io tenga alla questione Mafia ed è fondamentale sensibilizzare costantemente su questa tematica. Il virus passa, la Mafia resta. Il vaccino contro il virus lo troveremo in un paio di mesi mentre il vaccino per la Mafia, se pur esiste, non ancora raggiunge l’essere comune. Intendo, quando cito quest’ultimo, l’uomo e la donna che pensa che la questione Mafia appartenga ad altri. Uno dei più grandi errori culturali che possiamo fare nella nostra vita è quella di deresponsabilizzarci da un fenomeno. Affermare che i problemi sono di chi li ha. Affermare che noi facciamo un altro lavoro dunque non ci interessa. Affermare che le battaglie altrui sono sempre le più banali.                                                                                                                                     

Ecco, la cultura comune di questa natura è la benzina preferita per la criminalità organizzata. Luigi Bonaventura e la sua famiglia sono minacciati costantemente. Cosa deve fare un essere umano per avere una protezione? Non bastano collaborazioni, arresti e impegno civile? Ritengo che in un Paese dove in giro per la televisione e non solo ci sono persone che dicono “Sei un Buscetta, sei un infame, sei un pentito” non sia un Paese serio che voglia realmente sradicare un problema complesso. Il Coronavirus porterà e porta danni che saranno portati via dal vento. La Mafia porterà e porta danni che restano ancora, purtroppo, nel nostro codice genetico. La Mafia è fondata su atteggiamenti e paradigmi culturali che possono essere cambiati solo attraverso la consapevolezza e quest’ultima si afferma solo attraverso la responsabilità.

Io sono uno studente, un semplice cittadino, ma davanti ad un collaboratore di giustizia che chiede aiuto io non mi giro dall’altra parte. Se posso dare una mano, non mi sottraggo. Queste righe sono ciò che mi riesce meglio fare e vorrei che anche tu che stai leggendo possa fare lo stesso. Non importa cosa fai, dove e quando. L’importante è che ci sei e contribuisci alla consapevolezza collettiva affinché gli atteggiamenti mafiosi vengano meno. Il virus passa, la Mafia resta.

Tutti i diritti riservati a https://www.increscita.net/sito/