Pensare Oggi Per Scrivere Il Domani

La Mafia esiste- Ed. 5

Attualità
La Mafia esiste
Reading Time: 2 minutes

È tornata la luce. Fuori dalla finestra il traffico scorre. Spengo la sveglia e prendo il telefono per vedere l’ora. È tardi. Vorrei cedere al sonno ma ci sono obiettivi da raggiungere così decido di alzarmi dal letto e incomincio la giornata.

La città diventa una melodia creata da flussi di persone. Una melodia che ho odiato per anni andando alla continua ricerca del silenzio. Un silenzio che forse puoi trovare nei parchi abbandonati o nelle chiese vuote.

Il silenzio che ricercavo in maniera ossessiva era un silenzio di comprensione, per riflettere e scavarsi dentro. Forse il suono più doloroso che un essere umano possa sentire eppure è il suono della vita.

Oggi viviamo in questa nuova dimensione. Il silenzio che ho sognato per anni si è conquistato la città per farci mettere in discussione e per farci riflettere sulla nostra vulnerabilità.

Siamo in un momento storico dove siamo portati a non poter evitare una doverosa riflessione. Una riflessione che parte dall’individuo per arrivare alla comunità meglio intesa come umanità.

Nessuno può sentirsi immune da questo silenzio che fa male a tutti. Un silenzio che ha trasformato i volti in maschere. Non vediamo più il sorriso di una persona, sentiamo la sua voce cambiata e percepiamo diverso il suo atteggiamento.

Il Nemico Invisibile ci sta cambiando la coscienza e sta facendo emergere tutte le nostre vulnerabilità. A partire dal nostro mancato senso di responsabilità nei confronti della comunità fino a farci dimenticare la nostra più grande arma che è lo spirito di adattamento.

Non riusciamo più ad adattarci. Siamo più tesi, più nevrotici e più stressati ma in questo silenzio che ci deve far riflettere c’è la Mafia che né riflette né dorme. Questo è il momento d’oro per gli affari della criminalità organizzata.

Il Paese è distratto. Le persone soffrono. Le istituzioni lavorano contro il Nemico Invisibile. Un nemico che abbiamo sempre avuto dentro casa e che parte dalla nostra forma culturale manifestata con l’omertà e l’ipocrisia.

Oggi, mai come prima, la Mafia resta. E resta nelle nostre città anche se apparentemente non sembra. Le piazze di spaccio restano aperte. Gli strozzini lavorano anche di Domenica e i flussi di denaro sporco non conoscono confini.

Le attuali tifoserie, chi ringrazia il Virus a favore dell’ambiente e chi aumenta il proprio disprezzo nei confronti dell’essere umano, sono l’autostrada per la Mafia. Un’autostrada ancora più libera di quanto già non fosse.

Il Nemico Invisibile ha fatto tornare in superficie una vulnerabilità che abbiamo sempre manifestato come un silenzio di omertà. Abbiamo preferito il silenzio ogni volta che la Mafia faceva un passo. Un silenzio che ci ha fatto comodo. Le ferite restano aperte. Ora il silenzio è arrivato e fa veramente paura.

Tutti i diritti riservati a https://www.increscita.net/sito/